martedì 28 settembre 2010

CUD cos'è?

CUD sta per: Certificato Unico Dipendente.

Chi lo emette, chi lo scrive, chi lo fa?
Normalmente lo compila il datore di lavoro per il quale il dipendente ha lavorato l'anno precedente. Il CUD è annuale, ogni anno un CUD per ogni datore di lavoro per il quale un bisognoso di stipendio si trova a lavorare.
Ci possono essere più CUD?
Se il dipendente, ogni tre mesi, cambia lavoro, e in un anno ha lavorato per 4 datori di lavoro diversi, avrà alla fine di quell'anno 4 CUD.
Cosa c'è scritto sul CUD?
Tutti i redditi (gli Euro) percepiti dal dipendente nell'anno precedente alla sua compilazione (se i redditi sono del 2010 il CUD verrà consegnato al lavoratore nei primi mesi del 2011) , nonchè (quindi anche) le varie trattenute fiscali, previdenziali ecc. ecc..
E' qui che casca l'asino e anche la badante.
Il datore di lavoro (il vecchio, o un suo parente stretto per sua disgrazia) essendo persona fisica e non una ditta artigianale o peggio una rivendita industriale di panini, pizzette, santini e quant'altro, non può essere sostituto d'imposta (sostituirsi cioè alla lavoratrice, per pagare le tasse, le misconosciute imposte che stanno alla finestra pronte a taglieggiare ogni pur minimo movimento di denaro).
Questo vuol dire che pur essendo la badante una dipendente, è come (molto approssimativamente) se fosse una libero professionista che emette fattura.
Tutti i soldi (gli Euro) che percepisce la badante, sono LORDI, cioè sporchi delle tasse che vanno tolte e date allo stato per rendere netto lo stipendio. Lo stato è come Omino bianco, toglie il lordo e se lo porta via in qualche discarica, lasciando in mano alla badante un pugno di mosche pulite. Ogni società civile ha i suoi pizzi e i suoi pizzaioli. Questo stato non c'è mai, ma quando gli servi lo devi anche pagare.
Azz! Sembra una truffa. La badante crede di aver lavorato un anno e di aver percepito (per esempio, per il livello CS, convivente con un non autosufficiente da badare, 885,10 Euro netti, e in fase di denuncia scopre che quelli erano lordissimissimissimi. Ma che tiro bischero è? In effetti non si preoccupano in molti a dirlo. Per il vecchio sono tanti, per la badante sono pochi, per chi gestisce il contratto, meglio non spiegare tutte le cose, altrimenti il rischio è che si litighi prima di fare il contratto e quindi addio soldi per l'assistenza di supporto ai conti dei due.
E bene sempre tenere inoltre presente, che nella maggioranza dei casi, chi tiene conto di "buste paga", bollettini Inps, assunzione, comunicazioni a comune, SUI, PS e tutti gli interessati che fanno di tutto per farsi coinvolgere percependo compensi, è il sindacato del vecchio pensionato. L'acclamatissimo "Patronato", non tutela il lavoratore (la badante) ma ovviamente il suo cliente (l'assistito pensionato, nonchè ex lavoratore).
Lo stato però è un buon soggetto, un Arsenio Lupin, quasi un gentile galantuomo, si mette una mano al cuore e per i primo 8000 Euro nulla chiede, ma per l'eccedenza sforbicia il suo bel 23%.
Ma il CUD allora c'è o non c'è?
Non c'è. E' solo la somma delle singole paghe e basta.
Lo si chiama "Dichiarazione sostitutiva del CUD" ma potrebbe anche chiamarsi "Editto sostitutivo del CAS" e sarebbe lo stesso. Non è come un farmaco generico che è equivalente (circa) all'originale brevettato.
Questo è solo un promemoria che facilita il lavoro del CAF. Contiene la somma delle paghe ed evita a tutti di ricordarsi quante ricevute di pagamento si sono beccate nell'anno e soprattutto dove le si è ficcate l'ultima volta che si sono messi i pantaloni in lavatrice e sono usciti tutti dei gomitolini che sembravano carta.
Il foglio sostitutivo del CUD e così compilato.

Il datore di lavoro, sig. Pannoloni Pretenziosi di Cremona Codice Fiscale 1000cipeciop
dichiara di aver corrisposto nell'anno 2010
Euro 1000,  per 6 mesi di lavoro, dal primo del mese di, all'ultimo del mese di.
alla signora Misonstufu Delaurà di Ortebello Codice Fiscale Cescu3000
Saluti stop.

41 commenti:

  1. Salve. Ho una domanda.Sono la badante e convivente e nella mia busta paga e scritto che prendo 945,30 euro al mese. Per 12 mese il mio reddito annuale sara 11343,60 euro. Prossimo anno devo fare la dichiarazione e devo pagare irpef? Vi prego, mi potete rispondere? Mille grazie!

    RispondiElimina
  2. mi sfugge qualcosa badante convivente a 945,30 Euro mese? Ma che livello è? Hai dentro straordinari?
    Ma poniamo che quella sia la cifra retribuita.
    per 12 mesi + la tredicesima e qualche festa pagata diventerà circa 12300 Euro.
    Se avrai lavorato per un anno intero potrai beneficiare della detrazione di 8000 euro, quindi pagherai la tassa solo su 12300 meno 8000 (che te li abbuona lo stato). La tassa va pagata su 4300 euro e non è poco perchè su quelli si paga ben il 23% euro più euro meno sono 1000 euro che se ne vanno in tasse Irpef poi ci sarà qualcosina da versare per la tassa comunale e qualcosa da dare a chi ti fa la denuncia. Se hai spese mediche , famigliari a carico o altro puoi avere ulteriori sconti.

    RispondiElimina
  3. nessuno in Italia paga quello che scrive questo è problema su tutti e poi capi donne prendono soldi su nosso lavorro.

    RispondiElimina
  4. devi leggere la cifra riportata in qualche riquadro tipo "totale netto" o "totale da pagare". Probabilmente tu leggi una casella dove potrebberci esserci scritto "totale competenze" e "totale lordo". I pasti e l'alloggio, non sono redditto, su quelli non si pagano tasse. Si dovrebbe firmare sempre che si sta prendendo quello che realmente viene corrisposto. Se si accettano situazioni del genere purtroppo poi diventa difficile dimostrare il contrario.

    RispondiElimina
  5. tutto ok all'inps (ti ho risposto su un blog dove parlano di contratti badanti. Fai vertenza che vinci di sicuro. Non esiste un lavoro convivente a 25 ore.

    RispondiElimina
  6. vedo un mondo dove figli di sbandati assistiti mediano prezzi per la vecchiaia dei propri genitori e badanti senza scrupoli che cercano solo fortuna. Questo è l'ultima possibilità dei figli di rimettersi in pace con chi li ha generati. Forse ognuno dovrebbe riprendersi a cuore i propri anziani

    RispondiElimina
  7. ciao a tutti...anke io sono una badante e vorei sapere chi deve pagare il cud

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NON SI PAGA!! IL DATORE DI LAVORO LO DEVE RILASCIARE A TE ....
      PERCHE' TI SERVE PER PAGARE LE TASSE..OSSIA QUANDO FAI LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI

      Elimina
    2. Le tasse si pagano anche portando in un CAF o da un commercialista i bollettini dello stipendio dell'anno. Il datore di lavoro è tenuto a dare il SOSTITUTIVO de CUD, ma è solo una somma delle 13 mensilità perchè non ci sono trattenute.

      Elimina
  8. chissà perchè la gente non legge.
    Lo stipondio lo paga l'assistito, le tasse la badante. cosa vuol dire chi paga il cud? il cud non una cosa che si paga.
    cosa vorresti lo stipendio più la somma degli stipendi pagati una seconda volta?
    non assumete badanti sono una pesre dal cielo-

    LUIGI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che cazzo dici, non si capisce niente!

      Elimina
    2. secondo me la domanda è mal posta.
      Il CUD è solo il riassunto (la somma) delle paghe prese dalla badante nell'anno da un certo datore di lavoro.
      Le tasse sugli stipendi presi nell'anno, quindi sulla somma che risulta scritta sul cud, la deve pagare il lavoratore (la badante), perchè il datore di lavoro non è sostituto d'imposta cioè non si sostituisce alla badante per trattenergli e poi versare al fisco le tasse sul lavoro.

      Elimina
    3. impara prima,scrivere la tua lingua.....poi nn ti obbliga mica nessuno di prendere la badante,puoi benissimo,pulire tu il culo dei tuoi genitori.........

      Elimina
    4. cosa centra questo con il CUD? cosa centra la carta igienica con la dichiarazione del reddito?

      Elimina
  9. il CUD per l'anno scorso c'è ancora tempo per consegnarlo. la badante farà il modello Unico a Giugno

    RispondiElimina
  10. ma come possibile dare ancora soldi qui stato ha già tanti soldi che volere miei di povera badanti?

    RispondiElimina
  11. il CUD c'è anche per le colf?

    RispondiElimina
  12. il cud è per tutti, custodi di ville, stallieri, giardinieri, baby sitter ecc. ecc. e tutti quelli che lavorano per persone che non hanno partita iva e non per imprese.

    RispondiElimina
  13. Ma voi tuti mati, non possibile prendo diecimila eur e poi do duemila alo stato. Berluscon a giè tuti i soldi di mondo, perchè vuoli anche mei

    RispondiElimina
  14. solo somma aritmetica senza altre cose? (trattenute ecc.?)

    RispondiElimina
  15. Le tasse sono una tragedia. Gravano troppo sullo stipendio quasi un 30%. Una badante deve lavorare il primo mese gratis per pagarle e la tredicesima non è tredicesima ma una mezza mensilità il resto va allo stato. Così non va bene.
    Va detto poi che il primo anno nessuno sa queste cose e l'anno successivo si paga l'anno precedente e l'anticipo per l'anno in corso, praticamente il doppio (due anni in uno). Chi potrebbe essere in grado di mettersi da parte dei soldi?

    RispondiElimina
  16. cud e caf sono due elementi incomprensibili.

    RispondiElimina
  17. nel mio caso la badante era assunta da una persona ora deceduta, il contratto è terminato con la morte dell'assistito, chi e come deve compilare il cud?

    RispondiElimina
  18. Gli eredi, il notaio, il curatore dei beni del defunto, ma non è nemmeno necessario perchè la badante può benissimo andare da un CAF o da un commercialista e farsi lei la somma delle singole buste prese.

    RispondiElimina
  19. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  20. Il problema reale diventa spesso, non chi compila il CUD, ma chi salda le spettanze della badante (TFR, ferie maturate, mensilità, quota tredicesima ecc.). La morte del datore di lavoro (non necessariamente l'assistito, perchè la badante potrebbe anche essere stata assunta da uno dei famigliari),costituisce giustificato motivo di licenziamento, i familiari sono obbligati in solido per i crediti di lavoro attivi fino al momento del decesso. Solitamente l'indennità sostitutiva del preavviso è pagata al lavoratore in caso di morte del datore di lavoro, mentre in caso di morte del lavoratore il datore di lavoro è tenuto a pagare l'indennità sostitutiva di preavviso a coniuge e figli o ad altri parenti purchè risultino a carico del lavoratore.

    RispondiElimina
  21. quanto è un cud minimo?

    RispondiElimina
  22. Il CUD la badante lo prende e lo mette sotto il letto e poi dicono che vengono qui e hanno diritti.
    Ho smesso sei mesi fa con le badanti. Sto a casa io mi curo come voglio i miei. Non mi stresso nel traffico. Mi pago contributi e tasse e basta con queste straniere pretenziose e basta che esigono solo diritti che non si sa nemmeno dove siano andate a trovare. tutte sanguisughe da ventimila Euro l'anno che adesso mi metto in tasca io tenendomi la casa in ordine come dico io.
    Tutta la gente che sentite dirvi di aver fatto corsi andate a vedere su youtube che pagliacciate di corsi mangiasoldi fanno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bravo stai a casa tu, pulisci tu la cacca dei tuoi, curali bene e stai tranquillo senza uscire di casa, e non dire cazzate non esistono badanti da 20000 euro all'anno,

      Elimina
    2. Una badante convivente che prende 950 euro mese costa di sola paga 950 euro moltiplicato 14 e sono 13 mesi pagati nell'anno più uno dato nel TFR. Già questi sono circa 13.500 euro anno poi ci sono 4 versamenti di 730 euro di INPS e già andiamo a 16.500 euro. da questo conto senza tirare in ballo eventuali costi per malattie, vitto, regalini ecc. vanno aggiunte le spese per avere un rimpiazzo il mese di ferie che la badante fa (perchè l'assistito non è una fabbrica che chiude e si può ibernare e se si finisce in una struttura di sollievo per la famiglia è un bagno di sangue in termini economici) purtroppo per la famiglia i soldi da tirar fuori non sono molto lontani da quei 20mila anche se non li prende la badante le spese sono reali.

      Elimina
  23. Basta fare un foglio in carta semplice con tutte le somme pagate e poi firmarlo
    Occorrono indirizzi e codici fiscali di lavoratore e datore di lavoro

    RispondiElimina
  24. Salve, lavoro come baby sitter part time (4 ore al giorno dal lunedì al venerdì). Vediamo se ho capito bene: se la somma delle mie buste paga del 2012 (gennaio-dicembre) non supera gli 8000 euro non sono tenuta alla compilazione del CUD, giusto? però il mio datore di lavoro deve comunque rilasciarmi la certificazione sostitutiva, no?
    Grazie

    RispondiElimina
  25. Sono lavoratori domestici coloro che prestano un’attività lavorativa continuativa per le necessità della vita familiare del datore di lavoro come ad esempio colf, assistenti familiari o baby sitter, governanti, camerieri, cuochi ecc..
    Questi pagano le tasse compilando il modello Unico, perchè il datore di lavoro è persona fisica e quindi non si sostituisce al lavoratore per pagare le tasse.
    Questo "non si sostituisce al lavoratore" vuol dire che non toglie lui le tasse dalla paga del lavoratore e non va a versare le tasse al posto del lavoratore.
    Quindi (generalmente entro Marzo dell'anno successivo a quello da tassare) rilascia OBBLIGATORIAMENTE un documento in carta semplice che riporta i dati del datore di lavoro, del lavoratore e la somma degli importi pagati durante l'anno precedente.

    RispondiElimina
  26. chi non supera 8000 Euro
    sul documento sostitutivo del CUD non è tenuto a presentare nessuna denuncia dei redditi ma se andate da un sindacato pur di prendersi 150 Euro per la compilazione del modulo vi faranno una denuncia che comprenderà qualche tassa comunale di 10 o 20 Euro....

    RispondiElimina
  27. per chi non fa la denuncia dei redditi ed è scoperto, la sanzione è compresa tra il 120% e il 240% dell’importo totale delle imposte dovute, e, comunque, non può essere inferiore a 258 euro.
    Azz! che botta di vita per le badanti insolventi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi devo comunque fare la dichiarazione dei redditi anche se sotto gli 8000..ho capito bene? e per quante storie faccia il mio datore di lavoro, mi deve rilasciare una certificazione che attesti quanto ho guadagnato..
      Ho anche un'altra domanda.. ho il sospetto che non stia versando i contributi, cosa implica? se dovesse licenziarmi o chiudere il rapporto di lavoro dopo la fine del secondo anno di lavoro continuativo, avrei comunque diritto all'indennità di disoccupazione o a un bel niente se i contributi non dovessero risultare versati? la busta paga me la rilascia ogni mese, ma nulla più..Da quando gli ho chiesto le ricevute dei MAV dell'intero anno scorso non ha fatto altro che tergiversare e rimandare..
      Grazie per le info..

      Elimina
  28. troppe domande tutte insieme vuol dire che il rapporto non è chiaro.
    Ogni tre mesi il tuo datore di lavoro (se il rapporto è regolare) ti deve dare una ricevuta dei contributi INPS che lui paga. Se il rapporto non è regolare lui è passibile di denuncia (vai in un sindacato e li trovi l'ufficio vertenze). Se vuoi essere sicura che lui paghi i tuoi contributi devi andare all'inps o entrare nel sito INPS con un PIN che l'Inps rilasia.
    All'inps c'è un ufficio apposta per i rapporti di lavoro, tu dai il tuo nome e cognome e quello del tuo lavoro e li immediatamente ti dicono se lui paga o no. Se non paga tu puoi denunciarlo (l'INPS da sola non inizia nessuna verifica, occorre denuncia).
    Se il tuo rapporto è regolare sulla busta paga ci deve essere un numero di rapporto di lavoro INPS se non c'è tu hai in mano un foglio che non conta nulla sei in nero.
    Il tuo datore di lavoro deve rilasciarti su tua richiesta il documento sostitutivo CUD se non te lo rilascia vai in un sindacato con tutte le buste paga e loro ti fanno il calcolo del CUD che non è altro che la somma di tutti i soldi che hai preso (il tuo mese moltiplicato 13).
    Se non superi 8000 euro non sei tenuta a fare la denuncia dei redditi ma se vai ad un caf loro faranno i conti e verra fuori qualche tassa dell'immondizia o regionale da pagare. Piccole cifre, 50 o 100 euro massimo.
    Il tuo problema secondo me è che tu lavori forse in nero e il tuo contratto non è stato registrato.
    Se tu denunci il tuo datore di lavoro di certo perdi il lavoro ma almeno recuperi i contributi. prima di fare qualsiasi cosa vai all'INP a chiedere L'ESTRATTO CONTO della tua POSIZIONE ASSICURATIVA.
    se sei in nero con cosa la fai la denuncia dei redditi?

    RispondiElimina
  29. Ho ricevuto il CUD 2012 con la aggiunta di una nuova voce:
    Indennità figurativa di vitto e alloggio (art. 34 C/C/N/L) di Euro 1,818 su uno stipendio mensile di Euro 1.000.vorrei sapere cosa significa. Grazie mille.

    RispondiElimina
  30. qui si fatica un po' a rispondere perchè non sempre le domande risultano chiare.
    Lo stipendio non centra nulla con quanto si mangia. Mi spiego: che una persona prenda 1000 o 2000 Euro al mese gli si riconoscono, cioè gli si danno per contratto due pasti, anche se poi in realtà una badante convivente ne fa almeno 3 (quanti ne fa il suo datore di lavoro assistito) fa niente.
    Per contratto il contributo che si da alla badante nel caso sia in ferie o comunque non presente in casa dell'assistito è nei giorni di lavoro (nei giorni che dovrebbe essere al lavoro ma non c'è per esempio per ferie) di 1,85 Euro a mezzogiorno e 1,85 Euro la sera. Poi se è convivente e non dorme in casa dell'assistito per esempio quando è in ferie ha diritto ad una indennità di alloggio di 1,61 Euro. Quindi se una badante sta in ferie un mese (26 giorni) prende lo stipendio, nel tuo caso 1000 Euro più 138,06 Euro che sono le indennità di vitto e alloggio, cioè sono Euro che prende perchè non mangia e non dorme dove presta assistenza.
    Alla fine dell'anno nel CUD anzi nel documento sostitutivo del CUD si troverà una indennità figurativa perchè non la presa ma se l'è mangiata di 1,85+1,85+1,61 per tutti i giorni che ha mangiato e dormito a casa del suo assistito.
    nel CUD hanno poca importanza ma questi al licenziamento andranno comunque conteggiati per stabilire il TFR (la cifra che si prende quando si chiude con un datore di lavoro.
    Non capisco se 1,818 sono i Euro e 818 millesimi e sono troppi per il solo vitto di un pasto troppo pochi per tutto un giorno più l'alloggio e troppi se milleottocento18 Euro per tutto l'anno.

    RispondiElimina
  31. Grazie per la risposta.

    Sono Euro 1.818 per tutto l'anno (Soldi non visti ma mangiati..vitto e alloggio) Ha chiarito il mio dubbio, ancora grazie.!

    RispondiElimina
  32. Si sono figurativi, cioè si finge che la badante mangiando a mezzogiorno e sera più l'alloggio, costi in più oltre ai 1000 euro di stipendio quei circa 5 euro al giorno. Apparentemente adesso non si vedono ma comunque quelli andranno a ingrassare uno stipendio di un mese, all'anno, per tutti gli anni di lavoro all'atto del licenziamento. Adesso non si vedono ma se una persona, una badante nel tuo caso si licenziasse dopo un anno di lavoro, prenderebbe un TFR (cioè una indennità di licenziamento) non di soli 1000 euro (uno stipendio all'anno) ma 1000 più quei 140 euro circa delle indennità accumulate in un mese. due anni 2000 euro di stipendio e 280 euro di indennitàm tre anni e 3000 euro più 420 euro di indennità di licenziamento

    RispondiElimina

Quando un singolo post ha oltre 200 commenti, quelli eccedenti i primi 200, non vengono subito visualizzati. Per leggerli tutti è necessario cliccare qui sopra (quando viene inserito) il link:
"Carica altro..."